Abitudini inglesi che devi fare tue per sentirti autoctono

Abitudini inglesi che devi fare tue per sentirti autoctono

 

Abitudini inglesi che devi fare tue per sentirti autoctono

I don’t drink coffee, I take tea my dear” – nella sua canzone “Englishman in New York”, il musicista Sting parla delle abitudini inglesi, di come sia diverse da quelle americane e come questo si possa ripercuotere su una persona inglese che vive negli Stati Uniti. La situazione che Sting descrive nella sua canzone può rispecchiare probabilmente la situazione di qualsiasi altra persona che viva in un paese straniero: in quanto straniero all’estero, ti vuoi integrare il prima possibile. Per aiutarti a capire e ad adattarti alla cultura inglese, ti spieghiamo cinque abitudini inglesi che devi fare tue per sentirti autoctono.

 

  1. Tea Time

Abitudini inglesi che devi fare tue per sentirti autoctonoTra le 15 e le 17, gli inglesi amano godersi una buona tazza di tè nero (a cuppa) come l’Assam, il Darjeeling o il Lapsang Souchong – con il latte, ovviamente. Se si debba versare il latte per primo oppure no è una domanda che può distruggere amicizie, matrimoni e relazioni d’affari. Gli MIFs (Milk-in-first) e i TIFs (Tea-in-first) ne hanno discusso per secoli. L’unica cosa su cui sono d’accordo è “Ha proprio un sapore migliore in questo modo”. Si dice che sua maestà la regina Elisabetta II sia una sostenitrice del milk-first. Provateli entrambi e diteci se trovate una differenza.

  1. Guidare sul lato sinistro della strada

Abitudini inglesi che devi fare tue per sentirti autoctonoPer le persone che vengono dal continente europeo o dagli Stati Uniti  è di solito una brutta esperienza viaggiare per la prima volta nel sedile anteriore di una macchina inglese. Sembra proprio sbagliato – non c’è il volante, non ci sono i pedali, non ci sono i comandi. E quando vedi le macchine venire verso di te dalla parte sbagliata della strada, fa paura no? Beh probabilmente ci vorrà del tempo, ma alla fine ti ci abituerai. Se vuoi diventare un vero autoctono devi imparare a guidare dal lato “giusto” della strada.

  1. Le tre parole più importanti

Abitudini inglesi che devi fare tue per sentirti autoctonoGli inglesi sono molto educati. Forse anche troppo educati. Si scusano per qualsiasi cosa, e in quanto straniero devi fare lo stesso per non essere considerato maleducato. Quindi se per sbaglio pesti un piede a qualcuno quando la metropolitana è piena di gente, tu chiedi scusa, anche se non è colpa tua.

Le parole “Per favore” (Please) e “Grazie” (Thank you) sono ugualmente importanti. Che tu stia chiedendo ad un tuo amico di passarti i biscotti che sono troppo lontani da te per poterli prendere, o che tu stia ringraziando la cameriera per averti servito il cibo, sii gentile, dì le “parole magiche” e ti sentirai un vero inglese.

  1. I saluti

Abitudini inglesi che devi fare tue per sentirti autoctonoUn inglese non ti dirà mai solo “Hello” per salutarti – le persone di solito aggiungono “Come stai?” (How are you?), anche se non le conosci tanto bene. Se non sei sicuro su come rispondere, dì solo “I’m fine” o “I’m good” (Sto bene). Le persone che non sono amici stretti ma conoscenze casuali o colleghi di lavoro non vogliono davvero sapere come stai, vogliono semplicemente essere educati. Quindi dovresti rispondere con la stessa gentilezza dicendo: “I’m fine, thanks. How are you?” (Sto bene grazie, tu come stai?).

  1.  Fare la fila

Chi primo arriva meglio alloggia: gli inglesi aspettano in fila il loro turno, per educazione. In Gran Bretagna farai la fila praticamente per tutto: per il biglietto al cinema, per una birra in un pub, per gli alimenti che ti servono o anche solo per salire sull’autobus. Secondo uno studio del 2009, gli inglesi passano 67 ore all’anno a fare la fila – sono quasi tre giorni! Per questo non è sorprendente che loro odino le persone che saltano la fila. Ma se hai veramente fretta, chiedi in maniera educata e forse ti lasceranno passare per primo.

Abitudini inglesi che devi fare tue per sentirti autoctono

 

 Ritorna alla Home Page di Apple Tree School of English

With thanks to:

http://blog.wallstreetenglish.de/2013/08/19/british-habits/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *